Corsi prematrimoniali laici, anche per coppie gay, istituiti dal comune di Legnano.

 In Articoli, News

Cosa pensate di corsi prima del matrimonio dove le coppie si informano di diritti doveri e modalità di comunicazione prima di sposarsi?

 se davvero fosse possibile essere illuminati su come mantenere in vita un amore?

A Legnano è già realtà!  Corsi prematrimoniali laici anche per le coppie gay. Gli incontri sono condotti da psicologi, avvocati matrimonialisti, consulenti familiari e da Don Paolo Gessaga, Parroco di Legnano.

Corsi prematrimoniali per chi sceglie di sposarsi con rito civile: a organizzarli il Comune di Legnano, che ha appoggiato l’iniziativa dell’associazione ‘Famiglia ti ascolto’.

Sempre più persone scelgono oggi il matrimonio civile, contratto quindi con rito non religioso; per questo il Comune di Legnano, nel milanese, ha deciso di organizzare un corso prematrimoniale, per i matrimoni contratti civilmente, aperto a tutti comprese le coppie gay.

Nel team del corso uno psicologo, un avvocato matrimonialista, un consulente familiare e un prete: Don Paolo Gessaga, uno dei parroci di Legnano.

E’ proprio Don Gessaga a dichiararlo: “Non c’è nessun problema, se vorranno partecipare saranno i benvenuti, tra coppie gay e coppie eterosessuali non vedo differenze. Lavoreremo sul gruppo, così come sul singolo”. Obiettivo dei cinque incontri previsti dal corso, aiutare le coppie ad affrontare un cambiamento “così importante della propria vita”, come ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali Ilaria Ceroni.

Come detto, a proporre l’iniziativa è un’associazione, ‘Famiglia ti ascolto’, che l’ha organizzata in collaborazione con il Comune di Legnano, città di 60mila abitanti nell’Alto milanese. L’iniziativa è stata presentata proprio in municipio e, d’ora in avanti, a chiunque si sposerà con rito civile o chiederà un’unione civile, il Comune sottoporrà in automatico la possibilità di seguire il corso.

In questo comune lombardo come del resto in tutta Italia, il matrimonio religioso è ormai ogni anno in forte calo; a Legnano nel 2017 quelli civili sono stati 130 contro i 126 dell’anno precedente, mentre quelli religiosi sono passati dagli 86 del 2016 a quota 62. Un calo considerevole, paragonabile a quello di Milano città, dove i matrimoni religiosi sono passati in un anno da 863 a 552. Il punto di partenza è dunque cercare d’intercettare chi sceglie di non sposarsi in chiesa preferendo convivenza o matrimonio laico, mettendo in campo un “gruppo di lavoro” che in cinque incontri, a partire dalle prossime settimane, dovrà aiutare le coppie ad affrontare meglio la vita a due.

A cura dell’Avv. Maria Luisa Missiaggia e dell’Avv. Vanessa Bellucci.

Post recenti

Leave a Comment

Contattaci

Grazie! La contatteremo al più presto.